Senza categoria

BERGAMO

Su; Bergamo, usciamo a fumarci una stizza, dai, che è tanto tempo che non ti vedo e ho un sacco di cose da raccontarti.
Ultimamente ti sento un po’ distante, te ne eri accorta? Eppure sulle tue strade ho scritto la mia storia, in ogni tuo locale c’è stato un pezzo del mio passato, sono cresciuto nelle tue scuole, e nelle tue piazze sono stato bene, poi male, poi bene, poi normale eccetera eccetera eccetera…
Come mai non ti fai più sentire?
Ti ricordi quando facevamo i tuoi vicoli stretti e umidi e poi salivamo le tue scale per vedere i tuoi gloriosi tramonti? Non era bello?
O quando rischiavo la carrozzeria e le multe per trovare un peacheggio, non era divertente?
Dici che non passo più a trovarti, ed è vero, però se non passo più è anche un po’ colpa tua…Dove sono le tue notti all’aperto, i tuoi pomeriggi di sole, le tue folle e la tua gente? Non ti riconosco, ti vedo spenta, ti vedo vuota, senza vita, anche abbandonata, e mi dispiace dirtelo, ti vedo persa…
Ti ricordi? Ti ho conosciuto aspettado i tuoi (dannati) pullman e cercando lavoro nei tuoi negozi…quanto tempo.
"Quanto tempo" però non mi fa andare avanti. Non ci fa andare da nessuna parte.
Bergamo, credimi, non voglio vederti così…
Sei come la giacca che avevo alle medie…mi piaci un sacco, mi piaci ancora e ti sono molto affezionato…
Solo che mi vai un po’ stretta.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...